Vittime di una strategia che non vuole e non pretende serenità ma si propone di distruggere il “senso di casa” che puoi avere in quella che, di fatto, è la tua vita di ogni giorno. Quella del lavoro, degli affetti, del divertimento. Quella che vivi pensando che il massimo che può capitare in quella giornata può essere una lite con il capo, una discussione familiare, i soldi che si cerca di far bastare, qualche livido mentre sei al concerto del tuo gruppo preferito e finisci in un pogo forsennato, cosa scegliere dalle proposte mentre sei al ristorante in un venerdì dove pensi solo al relax. A domani, sabato. A come programmare il week end. Alla partita e ai pronostici fatti con gli altri tifosi. Al live della tua band, che aspettavi da tempo. O al pezzo da consegnare per il giorno dopo.

Il mio editoriale sulla strage di Parigi è on line su FocuSardegna
http://www.focusardegna.com/index.php/editoriali/1092-la-colpa-di-voler-vivere-la-normalita

Annunci