20150326-003938-2378062.jpg

Non mi abituerò mai ai colpi di genio di Antonio Marras e alla sua capacità di mescolare con maestria persone, vicende, situazioni, tessuti, arte, moda, letteratura cinema e suggestioni.
E anche stavolta, in occasione della Milano Moda Donna, in un caldo primo pomeriggio di febbraio, ecco non una ma ben tre sorprese.
La prima è ritrovare la famosa lettera 81 del carteggio Le relazioni pericolose riportata in toto, in lingua originale, sull’invito; la seconda è una collezione da lasciare senza fiato e la terza corrisponde a uno di quegli incontri che fanno splendere l’anima.

Perchè se una chiacchierata con Antonio Marras ti travolge come un fiume in piena carico di e ergia e creatività, l’intervista “doppia” insieme a Benedetta Barzini non si dimentica facilmente. Classe da vendere, semplicità quasi disarmante e un sorriso ipnotico.
Antonio Marras le dedica “la cosa più preziosa che ho, una collezione” ed è subito magia.
Di un incontro rinnovato e una lettera che attendeva di esser scritta, ne ho parlato su L’Unione Sarda del 1 marzo.
Buona lettura!
20150326-003416-2056312.jpg

Annunci