Metti una mattina a Cagliari, candidata ad essere Capitale della Cultura, una caldissima giornata autunnale, un fotografo, una torre medievale e una storia da raccontare.
Gli scatti di Giuseppe Rocca, io e la Torre dell’Elefante. Una storia antica che per una città che, come la sua Isola, la Sardegna, ha sempre qualcosa da svelare.

_GRF0932

torreelef

Tra i simboli più importanti della bella città di Cagliari, la torre dell’elefante rispetta ancora la funzione per la quale venne edificata in età medievale, ovvero quella di accesso al Castello. Dalla sua sommità, su oltre 35 metri di calcare bianchissimo, lo sguardo spazia sulla città vecchia e quella nuova, sui suoi vicoli e sul mare, raccontando una storia che comincia nel Medioevo pisano e continua sino ai nostri giorni.

http://www.cagliariturismo.it/public/biz_editor/Image/places/0000033/torre_dell_elefante.jpg
http://www.cagliariturismo.it/public/biz_editor/Image/places/0000033/torre_dell_elefante.jpg

La torre venne progettata dall’architetto Giovanni Capula la cui professionalità viene ricordata nell’epigrafe ancora leggibile a fianco all’ingresso: “Mai nelle opere sue trovato incapace” e completata nel 1307.

In un primo momento utilizzata, in parte, per ricavarne magazzini e abitazioni per funzionari e poi, in età spagnola, adibita a carcere.  Sulle sue porte venivano appese, come monito, le teste mozzate dei prigionieri condannati a morte e decapitati nella vicina Piazza Carlo Alberto. Nota è la storia della testa del marchese di Cea, implicato nell’omicidio del  viceré Camarassa,che rimase appesa alla torre per diversi anni.

Il nome deriva dalla piccola scultura dell’elefante, posizionata sul piano sud, a qualche metro di altezza.

DSC07734

Insomma, con tali premesse, dopo la richiesta di Giuseppe Rocca che mi fotografò con il costume tradizionale del mio paese, Desulo, in occasione della sfilata del Redentore, a Nuoro, non potevamo che scegliere questa spettacolare torre e il suo panorama, quale location del nostro servizio fotografico.

Giuseppe muove le prime esperienze fotografiche nel 1980 acquisendo la qualifica nell’ 83 corso.- Perito chimico ,fisiokinesiterapista,istruttore di judo e motociclista, è un fotografo per passione, con un’occhio particolare per la storia e le tradizioni.

Questo è il risultato del nostro incontro…a presto con le prossime puntate! 🙂

_GRF0872

 

Annunci