20130915-011726.jpg

Scattai questa foto nel (ormai lontano) 2008, mentre mi trovavo a Monte d’accoddi ( sito pre nuragico in provincia di Sassari) per la realizzazione di uno speciale di Memorie ( un mio programma tv dedicato alla storia e alla cultura locale).
Il sole era quasi tramontato e dalla sommità del tempio se ne scorgevano gli ultimi raggi.
Da quella meravigliosa posizione, riflettevo sul fatto che in epoca prenuragica quel luogo andava a riflettere un’intera comunità e, in un certo senso, la teneva unita, accomunandola sotto una serie di caratteristiche culturali, sociali e religiose.
Ho pensato di utilizzare questa foto per i miei primi editoriali su Focusardegna, che trovate a questo indirizzò proprio perché, spesso, le tematiche che ho affrontato sono state quelle legate all’identità e alle radici sarde e alle possibilità di crescita economica e promozione turistica.

Prima di parlare e sponsorizzare un luogo è però necessario diventare, a propria volta, turisti nella propria terra: questo significa conoscerla, rispettata, non fermandosi ai luoghi comuni e non lasciandosi frenare dalla pigrizia o dalla convinzione di avere sempre tutto a portata di mano.
“Tieni caro l’asino finchė c ‘è ” è la morale di un detto popolare sardo ed è stato anche il titolo del mio primo editoriale su Focusardegna. Leggetelo, insieme agli altri pubblicati da giugno a oggi, e fatemi avere i vostri commenti!

A proposito,qui trovate notizie su Monte d’Accoddi e qui qui la guida realizzata da Ercole Contu.

20130915-014543.jpg

Annunci